mercoledì 18 ottobre 2017

Recensione: "L'evoluzione di Calpurnia" di Jacqueline Kelly

Buongiorno lettori! Come state? Mentre bevo una tazza di caffé, ho deciso di postare la recensione di un romanzo che ho appena finito di leggere. Si tratta di L'evoluzione di Calpurnia di Jacqueline Kelly che mi è piaciuto e mi ha sorpreso.



L'EVOLUZIONE DI CALPURNIA

di Jacqueline Kelley
Calpurnia Tate #1
Editore: Salani ▪ Pagine: 290 ▪ Prezzo: 12,00 €
Data di pubblicazione: 15 maggio 2014
ACQUISTA CARTACEO
TRAMA: Nei prati riarsi della calda stagione texana, Calpurnia non può fare a meno di notare che le cavallette gialle sono molto, molto più grandi delle cavallette verdi. Perché? Sono di due specie diverse? Calpurnia ha sentito parlare del libro di un certo Darwin, in cui si spiega l'origine delle specie animali. Forse può trovare quel libro nella biblioteca pubblica? Sì, ma la bibliotecaria non glielo vuole mostrare. Poco male, quel libro si trova anche a casa sua: nello studio del nonno, il libero pensatore della famiglia. Accompagnata dal nonno e dal libro proibito, Calpurnia riuscirà a scoprire i segreti delle diverse specie di animali, dell'acqua e della terra. E scoprirà anche se stessa.

L'AUTORE:
Jacqueline Kelly è nata in Nuova Zelanda, ma si è trasferita da piccola con i suoi genitori nel Canada occidentale. È cresciuta immersa nelle dense foreste di Vancouver Island, quindi non è difficile immaginare il suo shock quando, qualche anno dopo, la sua famiglia si è trasferita nel deserto di El Paso, in Texas. Ha frequentato l’università a El Paso e la scuola di medicina a Galveston (chiamata con amore “Galvatraz” dai residenti). Ha praticato medicina per molti anni, per poi iscriversi alla Facoltà di Legge dell’Università del Texas. Ha svolto la professione di avvocato per diversi anni, prima di realizzare che quello che l’avrebbe realmente resa felice sarebbe stato scrivere romanzi. Il suo primo racconto pubblicato apparve nel 2001 nel Mississippi Review. Il suo romanzo d’esordio, L’evoluzione di Calpurnia, fu pubblicato da Henry Holt il 12 maggio del 2009 (uno dei traguardi di cui va più fiera). Il suo secondo romanzo, Return to the Willows (“Ritorno ai salici”, non ancora pubblicato in Italia, ndr), un sequel di Il vento tra i salici di Kenneth Grahame, è stato pubblicato nel 2012. L’evoluzione di Calpurnia è stato scelto come libro della gara di lettura del biennio delle scuole superiori per l’anno scolastico 2014/2015.

SERIE
#1 The Evolution of Calpurnia Tate, 2009 (L'evoluzione di Calpurnia, 2014)
#2 The Curious World of Calpurnia Tate, 2015 (Il mondo curioso di Calpurnia, 2015)


LA MIA RECENSIONE:

L’evoluzione di Calpurnia è un libro che ho scoperto da poco grazie al blog di Veronica She Was in Wonderland che lo ha spesso consigliato. Questi consigli preziosi non me li lascio mai sfuggire e così ho deciso che anche io lo avrei letto. In occasione del mio compleanno, la mia amica Denise me lo regalato in una bellissima edizione cartonata. Ho deciso di leggerlo subito e non farlo aspettare troppo sullo scaffale e devo dire che si è rivelata una piacevole lettura.

1899, Texas. Calpurnia ha 12 anni ed è l’unica figlia femmina, su sei, della famiglia Tate. Come d’usanza dell’epoca, le femmine di buona famiglia devono imparare a suonare il piano, cucire e cucinare. Tutto questo però non fa per Calpurnia, per quanto lei si impegni. Lei adora passare del tempo con suo nonno, un ex soldato della Guerra, che dedica ora il suo tempo a studiare la natura. Insomma, uno scienziato, amico di Darwin, incuriosito dalla scienza e dal mondo che lo circonda. Calpurnia è proprio come lui: passeggia nel bosco e in riva al fiume con il suo taccuino osservano la natura e il mondo che la circonda. L’amore per la scienza accomuna i due, stringendoli in un tenero rapporto nipote-nonno. La quotidianità e le piccole scoperte di ogni giorno, sono il cuore di questo romanzo di formazione.

Ho trovato l’inizio di questo romanzo abbastanza lento e per certi versi noioso. L’autrice si perde in minuziose descrizioni scientifiche, ma a inizio romanzo ancora non avevo capito cosa aspettarmi. Man mano la storia prosegue, ingrana e si inizia a capire. Non c’è un vero e proprio punto di arrivo o di svolta, semplicemente ogni capitolo è un piccolo episodio della vita di Calpurnia e ben presto ci si affeziona a lei e a tutta la famiglia Tate. Ho adorato l’ambientazione e il periodo storico ricco di novità per l’epoca: macchinari, il telefono, l’automobile, la Coca-Cola, le scoperte scientifiche.
Calpurnia con la sua curiosità e amore per la scienza, vuole rappresentare il cambiamento del ruolo della figura femminile, insieme a tutti gli altri cambiamenti. E’ una piccola sognatrice che lotta nella quotidianità contro regole imposte dalla società per scegliere il suo futuro. Questo è il cuore del romanzo e questo è quello che mi ha lasciato. Un messaggio importante e non banale, che arriva ai lettori di tutte le età. Il libro infatti nasce per i lettori più giovani, ma vi assicuro che anche i più grandi sapranno apprezzarlo. Non vedo l’ora di leggere anche il seguito di questa storia meravigliosa!

Valutazione:

Allora lettori, cosa ne pensate? Chi di voi ha già letto questo gioiellino? Chi invece intende farlo? Fatemi sapere con un commento!
Dreaming Fantasy

3 commenti:

  1. Buongiorno; volevo avvisare che c'è una sorpresa per il tuo blog! Se vuoi aderire ben venga, altrimenti fa lo stesso

    http://ioamoilibrieleserietv.blogspot.com/2017/10/blogger-recognition-award.html

    RispondiElimina
  2. Bella recensione. Il libro sembra molto interessante. Grazie per averlo consigliato. Lucia.

    RispondiElimina
  3. Sono molto curiosa di leggerlo :3 penso di aver capito, anche dalle tue parole, di che tipo di romanzo si tratta... dunque aspetterò il momento giusto *.*

    RispondiElimina

Grazie per aver commentato!

GRAFICA E LAYOUT A CURA DI DAYDREAM DESIGN ©